Pneumatici Ricostruiti

Cosa sono i Pneumatici ricostruiti?

Gli pneumatici ricostruiti, chiamati anche gomme rigenerate o ricoperte, sono una variante economica ed ecologica dei tradizionali copertoni.

Si tratta di copertoni il cui battistrada usurato viene sostituito da uno nuovo, prelevato da gomme ancora integre. La ricostruzione delle superficie esterna, che si effettua solo dopo aver verificato che l’equilibratura e la convergenza della gomma siano perfette, si basa sul processo di vulcanizzazione che prevede che le componenti vecchie si combinino con le nuove, dando così vita ad una gomma ibrida.

Come riconoscere gli pneumatici ricostruiti? É semplice: queste gomme mostrano il marchio del parametro europeo Ece Onu 108 – 109 (per i mezzi pesanti).

 

Quante volte uno pneumatico può essere rigenerato?

Ci sono dei limiti sul numero di volte in cui uno pneumatico può essere rigenerato:

  • fino a 3 volte per i veicoli adibiti al trasporto pesante;
  • una sola volta per le automobili;
  • fino a 7 volte per gli aerei.

Gli pneumatici ricostruiti vengono sottoposti ai medesimi controlli di un nuovo modello, si può quindi affermare che sono altamente affidabili. Il livello di sicurezza è identico e vengono accertati tutti gli standard.

Inoltre, gli pneumatici ricostruiti sono più ecologici! I vantaggi a livello ambientale sono infatti diversi:

  • Paragonato alla realizzazione di un nuovo pneumatico, il processo di rigenerazione risparmia il 70% di energia;
  • Per produrre uno pneumatico normale vengono consumati 25 l di greggio, mentre per uno ricostruito solo 5,5 l;
  • Con la ricostruzione si mantiene l’80% del pneumatico da un’anticipato deposito in discarica;
  • Grazie al decreto del Ministero dell’ambiente del 2003, gli pneumatici ricostruiti sono stati esclusi dalla categoria dei rifiuti.

Per sapere come conservare nel modo migliore i tuoi pneumatici, visita la nostra pagina sul servizio di ricovero pneumatici.

Leave a comment